ANCORA UN SEQUESTRO DI PRODOTTI CINESI

La Finanza blocca un carico di materiale elettrico pericoloso
Cronaca -

Militari del comando provinciale della guardia di Finanza di Bari, in collaborazione con funzionari del servizio antifrode dell’Agenzia delle dogane, hanno sequestrato nel porto di Bari, oltre 135 mila pezzi di materiale elettrico e casalinghi, di fabbricazione cinese, rinvenuti in un autoarticolato bulgaro, appena sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia.

Il carico, del valore stimato di circa 1,6 milioni di euro, era diretto ad un’azienda del catanese.

Ulteriori accertamenti, inoltre, consentivano di verificare la mancanza della documentazione attestante l’avvenuta importazione nel territorio comunitario dei prodotti che presentavano, altresì, una differenza quantitativo/qualitativo rispetto a quanto dichiarato.

L’autista dell’autoarticolato, un cittadino greco di 36 anni, è stato denunziato all’autorità giudiziaria per contrabbando doganale.

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb