CONCORSO “DESIDERIO DI CITTA’, LA CITTA’, LA MIA CASA” , OGGI LA PREMIAZIONE

Notizie dalla Puglia -

di Myriam Di Gemma

si terrà oggi primo dicembre la premiazione del concorso fotografico “Desiderio di città. La città, la mia casa”, nella magnifica location del Castello Svevo di Bari.

Il concorso è giunto alla seconda edizione con grande successo di adesioni. Anche quest’anno coinvolte le scuole sia di Bari che di Fasano (gemellate in tale occasione).

I protagonisti? Gli scatti. “Ma sia chiaro – precisa Giuseppe Cascella, Presidente della Commissione Culture del Comune di Bari, durante la conferenza stampa di presentazione – quella che abbiamo premiato, non è la tecnica ma la spontaneità. Ciò che ha colpito la giuria, è stata la naturalezza dello scatto, capace di raccontare ‘una storia’, capace di veicolare un messaggio preciso”.

Non solo la spontaneità, ma anche le emozioni. Una foto deve arrivare dritto al cuore, trasmettere un brivido, una gioia, una lacrima. Quasi mille  le foto giunte nella redazione della SAID (Associazione Internazionale Docenti).

“Il concorso – spiega Virna Iacobellis, presidente SAID – è una bellissima veste per inviare un messaggio a tutti: se riuscissimo a conoscere davvero la nostra città, riusciremmo davvero ad amarla e a rispettarla, e a difenderla dai vandalismi. Se noi trattassimo la nostra città come se fosse la nostra abitazione, tutto funzionerebbe meglio, a partire dalla pulizia ( per esempio, non gettiamo una carta per terra a casa nostra). I ragazzi che hanno partecipato al concorso, saranno nominati ‘guardiani delle città’, un ulteriore passo per responsabilizzarli verso un consapevole senso civico.”

Messaggio forte e chiaro, dunque: se conosciamo la nostra città, anche grazie al concorso fotografico organizzato dalla SAID, abbiamo l’occasione di riflettere sul prezioso patrimonio artistico, culturale ed architettonico che ci circonda. E di conseguenza, a rispettarne il valore storico. E a Bari, proprio a rimarcare l’impegno dell’associazione guidata da Iacobellis, sono stati organizzati percorsi culturali gratuiti grazie alla sapiente guida del professor Nicola Cutino, passeggiando per la Bari segreta.

“Il lavoro dell’associazione SAID – dice Silvio Maselli, assessore alle Culture del Comune di Bari – è preziosissimo: ha avuto l’intuizione di indurre i giovani a conoscere e ad amare la nostra città. Ami ciò che conosci, e ‘odi ciò che non conosci’. Ebbene, tramite la conoscenza arriva e si sviluppa l’amore. Ma conoscere e amare, hanno bisogno poi di un ‘output’, cioè di qualcosa che si veda palesemente agli occhi di tutti. Se ami qualcuno, dimostri che l’ami, anche davanti a tutti. E così anche con la città: se ami la tua città, dimostra a tutti che l’ami, rispettando gli ambienti, e mantendendola pulita.”

Maselli conclude parafrasando Marshall Mac Luan: “E’ l’occhio che fa il messaggio, non il mezzo (almeno nel contesto della fotografia)”.

Interviene Nani Campione, giornalista e figlio dell’indimenticato e indimenticabile Michele: “Mio padre ha dato tanto alla città. Ma anche la città ha ricambiato il suo amore, intitolandogli un giardino a Poggiofranco. C’è anche la Sala Stampa del Consiglio Regionale della Puglia che porta il suo nome, ed  un Premio Giornalistico famoso a livello nazionale. Un amore viscerale, quello per Bari. Ma anche per i giovani. Ecco perché ci piace l’idea di essere vicini ai giovani e per tale ragione parteciperemo concretamente a questo premio. Il compito della famiglia Campione, è portare avanti la missione e la passione di nostro padre”.

L’architetto Alessandra Mongelli, porta il saluto della Direttrice del Polo Museale della Puglia, Mariastella Margozzi: “La premiazione del concorso - dice Mongelli – ideato dalla SAID, è un momento per riflettere sull’importanza dei beni immateriali, vale a dire tutta quella serie di valori che noi cerchiamo di racchiudere e di rendere in immagine, attraverso gli scatti. Ma che fanno parte del nostro essere, e hanno intrinsecamente il concetto di rispetto, il concetto di tradizione, il concetto di bene. Il bene si esplica poi verso le istituzioni, verso le città, verso il prossimo, e non per ultimo, verso se stessi. Appoggio l’idea di Maselli, di fare rete tra le isitituzioni, affinché questo senso civico si sviluppi ulteriormente e ogni cittadino concretamente tutti i giorni viva da detentore e portatore di valori”.

La terza edizione del concorso, l’anno prossimo si avvarrà della collaborazione del Comune di Conversano.

Domani durante la cerimonia, interverranno: Silvio Maselli, assessore alle Culture del Comune di Bari; Walter Fasano, presidente Said Academy; Corrado Petrocelli, Rettore dell’Università della Repubblica di San Marino,  Ada Campione e Aldo Luisi (docenti dell’Università di Bari), Giuseppe Rubini, direttore di Medicina Nucleare dell’Università di Bari, Francesco Zaccaria e Luana Amati (rispettivamente sindaco e assessore del Comune di Fasano), Giuseppe Loiacono, sindaco di Conversano; Paola Martelli e Mario Rubino (entrambi registi) e il fotografo Rocco Solimine.

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb