CORONAVIRUS, IL BARONE COLUCCI AI DIPENDENTI DELLA PLASTIC-PUGLIA: «VIETATO FREQUENTARE LUOGHI AFFOLLATI, FREQUENTARE PERSONE PROVENIENTI DALL'ORIENTE, PARLARE A DISTANZA RAVVICINATA»

Cronaca -

Prevenire è meglio che curare. Ne è convinto il Grand'Ufficiale della Repubblica Italiana, Barone Vitantonio Colucci, fondatore e presidente del Gruppo industriale Plastic-Puglia che ha emanato urgenti disposizioni aziendali per limitare il rischio che i propri dipendenti possano contrarre il coronavirus.

«In qualità di titolare e responsabile della tutela della buona salute di tutti i dipendenti – afferma l'imprenditore nel comunicato inviato ai lavoratori – ho l'obbligo di prevenire ogni contagio infettivo. A tal proposito, primo imprenditore del Mezzogiorno,ho disposto che in Azienda non possa accedere alcuna persona estranea non autorizzata e che nessun dipendente possa avere contatto con persone provenienti dall'Oriente. Vieto inoltre a tutti i miei dipendenti di frequentare ambienti e luoghi affollati, di parlare con chiunque a distanza ravvicinata. In caso di sintomi influenzali, ogni dipendente dovrà darne comunicazione al sottoscritto. Le mie disposizioni sono dovute per legge”.



 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb