I BISTURI NON TAGLIANO PIU': LA DENUNCIA DEI CHIRURGHI OSPEDALIERI

Salute e benessere -

"La continua ricerca del prezzo di mercato più basso, con criteri di valutazione spesso discutibili da parte delle commissioni regionali, ha determinato un livellamento verso il basso della qualità". Così in Italia "i bisturi non tagliano più".
Un’esagerazione? Per niente a sentire l’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (Acoi) che ha lanciato la denuncia senza precedenti. La corsa al prezzo più basso, l’inseguimento del risparmio a tutti i corsi, da pratica potenzialmente virtuosa, si è trasformata in un mostro: È "una situazione che è diventata nel corso degli anni preoccupante, nonostante il progressivo deterioramento della qualità dei dispositivi medici sia stato denunciato da tempo, a tutti i livelli, anche dalla nostra società scientifica. Il prezzo non può e non deve essere l'unico criterio di valutazione, a scapito della qualità e della sicurezza", dice il presidente Acoi Diego Piazza.
"La mediocre qualità dei bisturi utilizzati - dice Piazza - oggi ha conseguenze sia estetiche, perché il taglio perde la famosa precisione chirurgica, sia infettive, perché, aumentando il trauma cutaneo per incidere una superficie, si aumenta il rischio di contaminazione batterica della ferita. È evidente che, dovendo aumentare la forza per incidere una superficie, si rischia di tagliare oltre le intenzioni dell’operatore. Se continuiamo a privilegiare il prezzo a scapito della qualità, fino a fare scomparire quasi del tutto le caratteristiche minime di funzionalità del prodotto, addirittura dei dispositivi medici ad elevata tecnologia il cui malfunzionamento può avere affetti letali, che tipo di sicurezza e qualità forniamo ai nostri pazienti?".

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb