I CANI EDUCANO I BAMBINI. LO DICE UNA NUOVA RICERCA

Il 55 percento delle famiglie italiane ha un animale da compagnia
Curiosità -

Più della metà (il 55%) delle famiglie italiane con bambini in età scolare ha accolto in casa e vive con un animale da compagnia, con punte del 60% nel Nord-ovest e al Centro. Il cane si conferma l'animale di gran lunga preferito (52%). Secondo classificato il gatto con il 33, mentre al terzo posto si colloca il pesce (24%); seguono, poi, gli uccellini e i roditori, presenti rispettivamente nel 13% e 9% delle famiglie con un pet. Nel dettaglio, cani e gatti sono maggiormente diffusi al Nord e al Centro, mentre al sud sono particolarmente amati gli uccellini e molto diffusi i pesciolini. I dati emergono dalla prima indagine condotta da ALES Market Research, promossa presso le famiglie degli alunni delle scuole primarie che hanno partecipato alla campagna educativa nazionale A Scuola di PetCare di Purina.

L'indagine, che ha coinvolto 2000 famiglie sul territorio nazionale, diventerà un appuntamento annuale volto a fotografare lo status e l'evoluzione della relazione che si instaura fra i bambini e i pet. Secondo i dati raccolti, oltre l'80% di coloro che possiedono un animale da compagnia, ritengono che questo abbia un ruolo fondamentale nel percorso di crescita dei loro figli: il 23% mette al primo posto, fra le ragioni che lo hanno spinto ad accogliere un pet in casa, proprio la volonta' di responsabilizzare i figli, insegnando loro a prendersene cura. «La relazione con un pet rappresenta un momento fondamentale nella costruzione dell'identita' psicofisica dei bambini», ha dichiarato Maria Rita Parsi, psicoterapeuta, scrittrice, docente universitaria e Presidente della Fondazione Movimento Bambino Onlus. Marco Travaglia, Regional Director Southern Europe di Purina, ha aggiunto: «Siamo orgogliosi di promuovere e sostenere questa iniziativa volta a trasmettere alle nuove generazioni e alle famiglie i principi di una corretta nutrizione, cura, conoscenza, e rispetto degli animali da compagnia e di come questo legame possa essere fonte di reciproco benessere»

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb