IL MAESTRO CARNICELLI SPOPOLA IN GERMANIA. PUBBLICO ESTASIATO

Moda e tendenze -

Continua a mietere successi il maestro Marco Vinicio Carnicelli, siciliano di nascita e monopolitano di adozione, docente di  “Pratica del repertorio per chitarra e orchestra” nei corsi accademici di secondo livello presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari. 

Il musicista, infatti, ha estasiato il pubblico intervenuto al suo concerto di lunedì sera nel Castello di Wolfsburg, in Germania. Il concerto è stato un "Omaggio ad Alirio Diaz" (che nel frattempo ha 91 anni), un virtuoso musicista di chitarra classica di fama mondiale, che è stato uno dei Maestri del musicista. Invitato dall’Agenzia Consolare in cooperazione con l’Associazione degli amici e promotori della cultura italiana, Marco Vinicio Carnicelli ha tenuto un concerto nella Sala Giardino davanti a quasi 100 spettatori che dopo poco tempo erano completamente entusiasti. Il chitarrista ha eseguito nel suo programma  sia composizioni barocche di J.S. Bach (1685-1750), sia la musica di Leo Brouwer (nato nel 1939) che quella di Daniela Nasti (nata nel 1969). Inoltre ha suonato opere di J. Turina (1882-1949), A. Lauro (1917-1986), E. Sàinz de la Maza (1903-1982) e R. Sàinz de la Maza (1986 -1981). Carnicelli ha teso l’arco dell’atmosfera in maniera multiforme.

 

Dall’ esprit all’ enfasi fino alla leggera melanconia. Andante e Presto , i tempi sono stati molto tesi. La vitalità fulminante e il suono sommesso, da indurre alla riflessione, hanno dominato lo scenario acustico.

L’artista è stato capace  - attraverso la sua esecuzione tecnicamente perfetta, espressiva e delicatamente scandita - di sparire come persona dietro la musica . Il pubblico si è concentrato a tal punto da avere l’impressione che seguisse solo le successioni dei  toni e non l’evidente eccellente esecutore. In alcuni passaggi le composizioni , i pezzi eseguiti sono stati così vivaci e a tempo, che le dita del chitarrista volavano sulle corde. In un altro momento i toni silenziosi hanno riempito la sala di un’atmosfera da sogno. Il pubblico ha gridato "bravo" alla fine dell’esecuzione della "Ciaccona"  di Bach, l’interpretazione  è stata grandiosa ed ha trasportato l’auditorium emozionalmente nel periodo barocco. Il repertorio musicale della serata è andato da pezzi cubani popolari (L. Brouwer) fino alle composizioni di valzer (A. Lauro). La Rassegna musicale 2015 - Tesori musicali nel Castello- si è arricchita,  con  questo concerto di alta classe ed eccezionale, di un ulteriore tesoro. Insomma, un ulteriore motivo di orgoglio per Monopoli, grazie alle doti un profesionista che sa stupire e far sognare da anni le platee di tutto il mondo. 

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb