Il Pd regionale difende a spada tratta l'assessore Morga

Cronaca -

Riceviamo da Domenico De Santis, vice presidente dell’Assemblea nazionale del Partito democratico per la mozione Emiliano e onsigliere del presidente della Regione Puglia:

 

Riprendo le parole del Presidente Emiliano pronunciate in occasione della presentazione della Casa dei bambini e dei ragazzi, il primo centro socio-sanitario integrato di Neuropsichiatria Infantile della Puglia che si è creato a Monopoli: «… per realizzare grandi cose bisogna avere grandi idee e un cuore che batte appassionato come quello di questa amministrazione a Monopoli con cui siamo riusciti ad affrontare una delle tematiche più sensibili, cioè la felicità dei bambini e delle loro famiglie. Questo sarà il primo centro pugliese e tra i pochi oggi in Italia a poter unire l’assistenza sanitaria con il mondo del sociale e della scuola…..”. 
Forse basterebbe questo concetto per comprendere cosa è la politica intesa, secondo l’etimologia della parola, come l’agire per il bene comune. Una frase pronunciata dal Presidente della Regione Puglia in favore di una amministrazione comunale di colore politico diverso da quello del governo regionale. Forse basterebbe solo questa citazione per zittire tutte quelle persone che adesso stanno criticando, al limite dell’offesa personale, l’operato dell’architetto Ilaria Morga. Una giovane donna che ha dato lustro all’amministrazione della città di Monopoli e all’intera comunità attraverso la sensibilità dimostrata nel volere fortemente questa struttura. È lei l’assoluta fautrice e ideatrice di questo progetto geniale, lasciatemelo dire, perché in un solo momento ha colto la forte necessità di sopperire ad un’analisi del bisogno della città, pensando ad un continuo interscambio tra professionisti della salute, operatori sociali e dell’educazione. 
Una “visione” che solo avendo un cuore ed una sensibilità straordinaria e assolutamente fuori dal comune poteva portare a raggiungere un risultato del genere.
Quando nel suo intervento di alcuni giorni fa Ilaria parlava di continuità del governo regionale, della possibilità di realizzare strumenti di sostegno a chi ne ha veramente bisogno, bene, in quel momento, l’Assessore ai Servizi Sociali di Monopoli dimostrava nella concretezza il significato di cosa significa fare alta politica e con una “visione” appunto che, forse, alla città di Monopoli è mancata negli anni scorsi. 
La vita è fatta di scelte e Ilaria ha scelto e interpretato il suo impegno politico sempre ed esclusivamente come servizio ai cittadini e non in base a logiche personali: ha lavorato alacremente nei due anni pieni di amministrazione Annese, tanto che i risultati parlano da soli.
Non si è mai lasciata intimorire dalla volgarità del linguaggio di taluni esponenti politici locali, addirittura della stessa maggioranza, alcuni dei quali hanno cambiato già per ben due volte la loro “divisa”, solo per fini personali. Ilaria Morga ha pedalato, a volte anche in silenzio e subito gravi attacchi personali ma, ha continuato a lavorare per rispetto ai suoi concittadini. 
Adesso leggo dichiarazioni di persone che si stupiscono della scelta di Ilaria e il sindaco che dice: “stendo un velo pietoso!”. E allora mi chiedo. Cosa pensavano i suoi sostenitori politici in maggioranza fino a non molti giorni fa quando erano chiaramente orientati nel sostenere Emiliano? Fra l’altro lo stesso candidato Stefano Lacatena aveva indicato Emiliano come il migliore Presidente di Regione degli ultimi 20 anni!
La maggioranza del consiglio comunale di Monopoli cosa avrebbe fatto se il gruppo decisionale della giunta si fosse speso per il Presidente, come era orientato invece a fare? Avrebbe avuto le stesse reazioni? Non lo sapremo mai, perché per convenienza, ormai possiamo dirlo, hanno scelto un altro percorso.
Da Ilaria Morga si aspettavano, sempre in silenzio, evidentemente, di incassare i suoi voti per le regionali per i loro progetti politici? E poi di quale politica si parla? Di quali idee o progetti? 
Le critiche generiche che sto leggendo in questi giorni sull’operato amministrativo di Ilaria Morga non hanno fondamento alcuno, perché mi risulta che in due anni di serio lavoro Ilaria abbia prodotto molti più risultati di chi ha avuto in passato la sua stessa delega. È vero, qui non discutiamo di questo, ma è inaccettabile sostenere che l’assessore Morga sia addirittura inidonea a ricoprire l’incarico. I fatti dimostrano non solo che è idonea e capace, ma che è una donna libera e con la schiena dritta. Una donna che ha sempre lavorato senza mai offendere nessuno, nonostante le divergenze che si possono avere. Invece so per certo che ha sempre usato ed usa ancora, parole di stima per il suo Sindaco, anche se lasciata sola in balia di taluni volponi del vecchio modo di fare politica.
Ilaria Morga ancora oggi sta lavorando per i problemi di uno degli incarichi più delicati della macchina comunale: i servizi sociali che sono alla base del nostro sistema di welfare. E lo farà, ne sono sicuro, fino all’ultimo giorno del suo incarico, perché non ha messo nessuna bandiera a quell’Assessorato! 
Leggo ed apprendo che da tempo si vociferasse di una sua sostituzione, evidentemente per il gioco delle poltrone: politicamente osservo che in consiglio comunale Ilaria non ha neppure un voto e quindi il sindaco, forse più che difenderla, si è reso conto delle sue qualità e del suo grande lavoro e ha pensato bene di non sostituirla fino a questo momento….o comunque fino alle regionali.
Io auguro un in bocca al lupo per il suo percorso ad Ilaria Morga perché che c’è bisogno di giovani uomini e donne che credano profondamente nell’impegno politico e che abbiano una schiena dritta come lei.
 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb