INA CASA E ZTL, LA GOFFAGINE DELL'AMMINISTRAZIONE SECONDO MANISPORCHE

Politica -

Riceviamo e pubblichiamo: 

L’imbarazzante situazione della zona ZTL nell'ex quartiere INA Casa vive una nuova puntata, alla ricerca di correttivi per rimediare alle superficiali scelte della classe politica che governa la città.

Transito e sosta (probabilmente con disco orario) concessi di giorno, ZTL allargata ai residenti dell’area B (parte del centro storico) di sera e di notte. La prima versione della ZTL era stata decisa in Giunta a dicembre scorso, senza dati, numeri e piani ma solo sulla base delle (pur lecite) preoccupazioni di una parte dei residenti; la seconda versione è stata discussa sempre in Giunta in questi giorni, nell’arco di qualche ora, ancora una volta senza dati, numeri e progetti, pur di rimediare alla rabbia di un'altra parte degli stessi residenti.

Con una cospicua componente della Giunta pronta a lavarsene le mani e a incolpare l’Assessore di turno, dopo aver contribuito all'approvazione del provvedimento.

In questo desolante quadro prende forma la concreta possibilità, che Manisporche ha denunciato già a inizio marzo, dell’ennesima stagione estiva gravemente provata dall'emergenza traffico.

Anche sulla questione viabilità l’Amministrazione prosegue nella più totale improvvisazione, assecondando le lamentele di turno ma senza alcuna idea della città che sarà.

Solo un'Amministrazione inclusiva e autorevole, con idee chiare e aperta al confronto, può affrontare efficacemente una questione considerata urgente da tutti, tranne da chi abita nel Palazzo di Città.

Il contratto con la Società Gestopark, oltre a recuperare fondi vincolati per il bilancio comunale, sarebbe dovuto servire a reperire somme in grado di redigere e attuare un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, ad oggi scomparso dall’agenda politica. Nello stesso tempo, i parcheggi a pagamento vengono continuamente riposizionati, a esclusivo interesse della Società privata, in modo tale da allontanare sempre più dal centro le poche aree di sosta gratuita ancora esistenti. Anche in questo caso, solo colpa dell'assessore Zazzera, oppure l’intera Amministrazione è prigioniera di un discutibile contratto con la Gestopark?

Senza dimenticare che l’amministrazione aveva annunciato “entro qualche giorno” la presentazione del PUT (Piano Urbano del Traffico) alla città. Era il 28 febbraio e ad oggi nulla.

E, per concludere, che dire della segnaletica orizzontale più volte ridipinta e di quella verticale nuova di zecca già da rifare, sia nell'ex zona INA Casa sia nell'area portuale, per correggere gli errori dovuti alle goffe improvvisazioni dell’Amministrazione? Chi quantificherà e chi pagherà questo danno per le tasche dei cittadini?

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb