IO, DERUBATA DI TUTTO OGNI ANNO IN VACANZA A MONOPOLI

Cronaca -

Riceviamo e pubblichiamo da una nostra lettrice, Fabiana Campanella, una lettera che fa male a chiunque ami la nostra Terra. La signora Campanella torna ogni anno per le vacanze in una Monopoli che, anzichè accoglierla la respinge, derubandola degli oggetti più cari. Ques'anno la nostra Lettrice ha preso casa all'Impalata: i ladri hanno forzato l'ingresso, spogliandola di tutti i suoi averi. Il problema dei furti nelle contrade è un allarme sottovalutato, al di là di trionfalistici e spesso avventati comunicati stampa. Ci auguriamo che il sindaco Annese, che le Contrade le conosce molto bene, mostri maggiore attenzione ai problemi dell'agro, magari coinvolgendo altri attori istituzionali in un tavolo interforze che non affronti solo periodicamente le emergenze, ma le risolva definitivamente. O almeno ci provi. Alla signora Campanella, un affettuoso abbraccio.(r.c)

 

Ogni volta che vengo a Monopoli in vacanza vengo derubata. Sono nata qui e non ci vivo da tanti anni, e torno con la mia famiglia in estate per godermi il sospirato riposo estivo, ma al ritorno in valigia c'è sempre qualcosa in meno, e si torna al lavoro con la delusione e la rabbia di chi ha subito un'ingiustizia. Quest'anno i ladri hanno forzato la finestra della casa che abbiamo affittato all'Impalata e hanno rubato un computer Mac portatile, occhiali da sole di marca, 200 Euro che erano in una borsa, e una collana preziosa del valore di circa 700 euro, regalo importante di mio marito, di zaffiri brillanti e oro bianco, che la sera del 13 agosto avevo deciso di non indossare. I carabinieri intervenuti per il sopralluogo hanno chiesto solo il valore delle cose rubate: nemmeno il costoso modello del Mac, che conteneva dati e ricordi di immenso valore affettivo e importanti per il lavoro, nemmeno una foto della mia collana, tanto preziosa quanto inutile per il traffico dei compro oro, che recuperanno solo il valore della catenina. Ma perché devo rinunciare a cercare ciò che è mio così passivamente? Perché tutti mi dicono che purtroppo qui di furti ce ne sono tanti, che bisogna solo stare più attenti, che menomale non ci è successo qualcosa di più grave? Tre anni fa leggemmo che erano state ritrovate delle bici rubate, cercammo tra quelle la nostra bici da corsa ma niente. Ma tante grazie  alle forze dell'ordine che ci hanno dato la speranza. Ormai nemmeno si cerca. Oltre ai prezzi altissimi di case in affitto gite in barca e altri divertimenti offerti ai turisti da spennare, dobbiamo mettere in conto anche questo, per venire a Monopoli. Fino a non potercelo più permettere.

In allegato dettaglio foto della mia collana:  se mai qualcuno dovesse trovarla chissà in quale gioielleria dell'usato può scrivermi  su fabianacampane@yahoo.it

Galleria fotografica: 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb