LE RETI DA PESCA DIVENTANO COSTUMI DA BAGNO

Saranno rigenerate in filo ECONYL®. Ambiente salvo
Moda e tendenze -

Aquafil, ECNC Land & Sea Group e Star Sock hanno dato vita al progetto internazionale "The Healthy Seas, a Journey from Waste to Wear". L’obiettivo principale dell’ iniziativa - riporta il sito greennws.info - è quello di ridurre i rifiuti solidi presenti nei mari e in particolare le reti da pesca, attraverso il recupero e il riciclo del materiale abbandonato. Le reti recuperate sono ancora troppo spesso inviate alle discariche o semplicemente bruciate; attraverso il programma "Healthy Seas" verranno invece rigenerate in filo ECONYL®, materia prima utilizzata per ricreare prodotti nuovi, come calze, costumi da bagno, biancheria intima e tappeti. Quella delle reti da pesca abbandonate è una ferita aperta del nostro ecosistema. Secondo un rapporto realizzato congiuntamente dalla FAO e da UNEP si stima che le reti dismesse abbandonate alla deriva negli oceani siano circa 640.000 tonnellate e rappresentino un decimo di tutti i rifiuti presenti in mare. Si tratta di reti che rimangono nell’ecosistema marino per centinaia di anni, e che sono responsabili della cattura accidentale di delfini e altri animali marini quali tartarughe e uccelli, che rimangono intrappolati e ne diventano vittime. L’iniziativa si articolerà in tre punti ed entro la fine di aprile sarà disponibile un documento pubblico del progetto che ne evidenzierà i dettagli operativi.

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb