LEGA PRO: I NUMERI E LE CURIOSITA’

Sport -

di Filippo Rattile

Il Foggia termina le proprie gare interne festeggiando da vincente anche d’avanti al pubblico dello ‘Zaccheria’. I satanelli ottengono il loro 15mo successo casalingo in gare di campionato (25 le vittorie totali nel torneo). Mentre, al Melfi non resta che pensare a come affrontare i play-out che avranno inizio il 21 maggio. Matera e Monopoli si spartiscono un punto a testa. Lucani arrabbiati dalla sfortunata spedizione lagunare di Coppa Italia si fanno rimontare dagli adriatici. Biancoverdi quasi salvi, dato che per evitare l’appendice stagionale servirebbe almeno un altro punto; biancazzurri con la testa alla seconda fase degli spareggi promozione. La lotta per le posizioni più nobili dei play-off, invece, hanno decretato che sarà la Juve Stabia quella che partirà nel tabellone più propizio nella prima fase dei cosiddetti spareggi salvezza. Le vespe hanno espugnato l’Esseneto di Agrigento con gli acuti di Ripa, Mastalli e Cutolo. L’inutile gol dei siciliani porta la firma di Salvemini. Il Siracusa perde il derby con il Catania e deve accontentarsi della quinta posizione, massima aspirazione vista l’aritmetica. I ragazzi allenati da Andrea Sottil si sono arresi ai rossazzurri, che, nel frattempo hanno riagganciato il treno dei play-off. Torna alla vittoria la Virtus Francavilla ri-appaiando il Cosenza in classifica: Triarico e un doppio Nzola per gli imperiali, di Albadoro dal dischetto la rete della bandiera per la squadra allenata da  Pochesci. Paganese e Lecce giocano a non farsi male e impattano sul terreno del “Torre”; mentre la Fidelis Andria ottiene un punto per le speranze play-off, obbligata sul pareggio dalla più motivata Reggina che ottiene la permanenza matematica. Il Messina, in vista anche della squalifica dalla Disciplinare, ottiene l’allungo decisivo provando a mettersi in salvo da qualsiasi sorpresa. I giallorossi battono il Cosenza di De Angelis. Il Catanzaro tiene accesa la fiammella della permanenza superando col più classico dei risultati la Casertana (doppio Zanini); mentre, il Taranto termina in maniera ingloriosa l’avventura in terza serie facendosi battere anche dalla Vibonese, in un ‘Erasmo Iacovone’ quasi del tutto deserto.

 

CHI SU

Pollice prepotentemente su per il FOGGIA. I satanelli, non paghi della matematica conquista della Serie B, onorano gli impegni battendo anche la penultima della classe lucana. Il tripudio di bandiere, cori e fumogeni non è ancora terminato dopo 8 giorni di festeggiamenti. Onore ai vinti, ma altrettanto onore ai vincitori anche quando all’apparenza gli stimoli sono quasi tutti dalla parte degli avversari. Alla JUVE STABIA, un plauso particolare per la serietà con cui sta terminando la stagione regolare, senza guardare in faccia nessun avversario, seppur questi con l’acqua alla gola. Vittorie importanti per il duo calabrese CATANZARO e VIBONESE. Seppur difficilmente potranno tornare utili a entrambi per evitare i play-out, intanto hanno dimostrato di non essere squadre facilmente arrendevoli.

..E CHI GIU’

L’AKRAGAS scivola sempre più verso i play-out. Il Gigante della Valle dei Templi, reduce da due sconfitte consecutive, può solo sperare in un miracolo sportivo. Dietro la lavagna anche il COSENZA. Ci sta onorare le prestazioni, ma, andrebbero fatte su qualsiasi terreno di gioco, magari provando a inserire la migliore formazione possibile. Pollice verso anche e soprattutto per il TARANTO. Gli ionici tornano mestamente in IV Serie, facendolo nel modo più inglorioso: mettendo in fila 5 sconfitte consecutive. Non ci resta che augurare un pronto ritorno in Lega Pro ai “cugini” rossoblu, magari con le idee e i programmi più chiari. Una piazza e una città simili, con un passato glorioso e importanze, meriterebbero ben altro.

 

 

Riepilogo risultati

Akragas-Juve Stabia 1-3, Catania-Siracusa 3-1, Catanzaro-Casertana 2-0, Fidelis Andria-Reggina 1-1, Foggia-Melfi 1-0, Matera-Monopoli 1-1, Messina-Cosenza 2-1, Paganese-Lecce 1-1, Taranto-Vibonese 1-2, Virtus Francavilla-Unicusano Fondi 3-1. 

 

La classifica

FOGGIA 84; LECCE 73; MATERA 62; JUVE STABIA 61; SIRACUSA 57; COSENZA e VIRTUS FRANCAVILLA 54; PAGANESE 50; CASERTANA 48; CATANIA, UNICUSANO FONDI e FIDELIS ANDRIA 46; MESSINA 45; REGGINA 42; MONOPOLI 41; CATANZARO, VIBONESE e AKRAGAS 38; MELFI 34; TARANTO 30.

Penalizzazioni: -7 punti Catania; -2 Casertana; -1 Melfi, Paganese e Unicusano Fondi. 

 

Foggia matematicamente promosso nel Campionato di Serie B; Taranto retrocesso nel Campionato nazionale Dilettanti. Errata corrige, invece, su un precedente articolo, che parlava di play-out matematici per l’Akragas. In quanto, un tabellino provvisorio della classifica aveva riportato una cifra inesatta. Pertanto, i giochi per assegnare le quattro posizioni nella griglia degli spareggi salvezza devono ancora essere scritti attraverso la 38^ giornata.

 

La prossima (7 maggio 2017)

Casertana-Catania, Cosenza-Foggia, Juve Stabia-Taranto, Lecce-Fidelis Andria, Melfi-Matera, Monopoli-Akragas, Reggina-Paganese, Siracusa-Virtus Francavilla, Unicusano Fondi-Catanzaro, Vibonese-Messina (con svolgimento in contemporanea su tutti i campi, con fischio d’inizio fissato per le 17:30)

 

Legenda/regolamento:

La 1^ classificata del girone accede al campionato di Serie B. Le restanti squadre, classificate dalla 2^ posizione alla 10^ (sino all’11^ nel girone C, per via della Coppa Italia che ha liberato una posizione) daranno vita ai play-off. Le 2^ classificate di ciascun girone, nonché la squadra che acquisisce il titolo previo Coppa Italia, accedono direttamente alla seconda fase del mini-torneo che metterà in palio l’ultima posizione utile per accedere nel Campionato Cadetto. Mentre, alla prima fase vi prenderanno parte 8 squadre per ciascun girone. Nella già accennata seconda fase, alle 12 squadre qualificate, 4 per girone, vi si aggiungeranno tutte le seconde classificate dei gironi, più il Matera che ha acquisito il diritto attraverso la finale di Coppa Italia. Le vincitrici degli otto incontri daranno poi vita alla final-eight con, quarti di finali, semifinali, e finale secca su campo neutro da stabilirsi. Per il discorso legato alle retrocessioni, la squadra ultima classificata nella stagione regolare retrocede direttamente nel Campionato Nazionale Dilettanti; mentre, per decretare le due successive squadre che retrocederanno in IV Serie, potrebbero entrare in gioco i play-out. L’appendice per evitare di retrocedere, però, potrebbe essere neutralizzata qualora tra le squadre interessate dovesse intercorrere un divario superiore a determinati punti con il seguente schema: la squadra penultima classificata retrocederà direttamente al Campionato Nazionale Dilettanti, qualora il distacco in classifica dalla squadra quintultima risulti essere superiore a 10 punti. La squadra terzultima classificata retrocederà direttamente al Campionato Nazionale Dilettanti, qualora il distacco in classifica dalla squadra quartultima risulti essere superiore a 5 punti.

La griglia della quattro squadre verrebbe individuata coinvolgendo la 16^, 17^, 18^ e 19^ squadra classificata nella stagione regolare con in seguenti accoppiamenti: 16^ vs. 19^; 17^ vs. 18^, con gare di andata e ritorno e con la prima da disputarsi sul terreno della formazione con peggior classifica. In caso di pareggio assoluto nel computo dei due match, al termine della gara permarrebbe in Lega Pro/Serie C la squadra meglio classificata nella stagione regolare. Le due squadre che perdono il confronto verranno retrocesse nel Campionato Nazionale Dilettanti.

 

Speciale marcatori

Con 19 reti Mazzeo (FOG); 17 reti Caturano (LEC); 16 reti Negro (MAT); 15 reti Ripa (JST); 14 reti Catania (SIR); 13 reti Montini (MON) e  Coralli (REG); 12 reti Albadoro (UNI), Foggia (MEL) e Statella (COS); 11 reti, Baclet (COS), Reginaldo (PAG) e Nzola (VFR); 10 reti e Torromino (LEC); 9 retiAbate (VFR), De Vena (MEL),  Firenze (PAG), Giovinco (CTZ) e Mazzarani (CAT).

Altri marcatori/MONOPOLI: con 7 reti Gatto; con 6 reti Genchi; con 4 reti Mavretic; con 3 Esposito, con Pinto; con 1 Nadarevic, Franco, Ricucci, Vuthaj, D’Auria*, De Vito*, Mouzakitis*. (Con l’asterisco i giocatori che hanno cambiato squadra durante la sessione invernale di calciomercato).

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb