LEGA PRO: I NUMERI E LE CURIOSITA’ DELLA 38MA GIORNATA DI CAMPIONATO

Sport -

di Filippo Rattile

Termina non senza emozioni l’ultimo atto della stagione regolare. Tutti i verdetti sono stati sanciti, e con essi la promozione e la retrocessione diretta, oltre alle griglie della prima fase dei playoff, nonché quella dei playout. Resterebbe da assegnare in via poco più che teorica l’effettiva 14ma posizione in classifica nel caso dovesse arrivare una penalizzazione pari o di poco superiore a -2 nei confronti dell’ACR Messina (filone Disciplinare sulle fidejussioni). La possibile ulteriore sanzione, permetterebbe al Monopolio di terminare la stagione regolare acquisendo una migliore posizione finale in classifica. Il Foggia chiude la sua brillante stagione andando a pareggiare nell’impianto cosentino del ‘S. Vito/Marulla’ (Letizia e Corsi per i calabresi, doppio Mazzeo per i satanelli). Lecce ed Andria pareggiano nel derby pugliese; mentre il Matera si tiene stretta la terza posizione andando ad espugnare il ‘Valerio’ di Melfi, con reti di Ingrosso, Negro e Armellino. Le vespe vesuviane superano il Taranto con un gol di Rosafio. La Virtus Francavilla va a vincere a Siracusa con l’acuto firmato Galdean. I ragazzi allenati da mister Calabro raggiungono il quinto posto alla loro prima stagione in Terza Serie, e preparano i playoff che potrebbero proiettarli nella seconda fase. L’Unicusano spegne ogni speranza di salvezza diretta del Catanzaro. Pontini ai playoff, silani al purgatorio degli spareggi salvezza. Casertana e Catania si spartiscono un punto a testa, permettendo agli etnei di prendere l’ultimo treno dei playoff. Al ‘Veneziani’ di Monopoli succedo tutto, pur senza il benché minimo gol: Genchi sciupa il vantaggio dal dischetto, l’arbitro non ne assegna un secondo alquanto vistoso; Ricucci lascia i suoi in 10 poco prima della fine del 1^ tempo, con gli ospiti che si galvanizzano. Alla fine, il punto serve solo al Gabbiano, mentre i siciliani affidano le speranze di permanenza al codino degli spareggi. Pomeriggio ricco di goal allo stadio ‘Granillo’. Termina con una grandinata di ben 7 reti a vantaggio degli amaranto che superano la Paganese. Infine, la Vibonese non va oltre lo 0-0 nell’incontro interno con il già salvo Messina.

 

Riepilogo risultati

Casertana-Catania 0-0, Cosenza-Foggia 2-2, Juve Stabia-Taranto 1-0, Lecce-Fidelis Andria 1-1, Melfi-Matera 0-3, Monopoli-Akragas 0-0, Reggina-Paganese 4-3, Siracusa-Virtus Francavilla 0-1, Unicusano Fondi-Catanzaro 2-1, Vibonese-Messina  0-0.

 

La classifica finale

FOGGIA 85; LECCE 74; MATERA 65; JUVE STABIA 64; VIRTUS FRANCAVILLA e SIRACUSA 57; COSENZA 55; PAGANESE 50; CASERTANA e UNICUSANO FONDI 49, CATANIA e FIDELIS ANDRIA 47; REGGINA 45; MESSINA 44; MONOPOLI 42; AKRAGAS e VIBONESE 39; CATANZARO 38; MELFI 34; TARANTO 30.

Penalizzazioni: -7 punti Catania; -2 Casertana e Messina; -1 Melfi, Paganese e Unicusano Fondi. 

 

Verdetti

Foggia promosso nel Campionato di Serie B. Juve Stabia, Virtus Francavilla, Siracusa, Cosenza, Paganese, Casertana, Unicusano Fondi e Catania accedono alla prima fase dei playoff (domenica 14 maggio); Lecce e Matera* accedono direttamente alla seconda fase dei playoff (21 e 24 maggio); questi gli accoppiamenti per la prima fase: Juve Stabia-Catania, Virtus Francavilla-Unicusano Fondi, Siracusa-Casertana, Cosenza-Paganese, con gare secche ad eliminazione diretta (la vincitrice di ciascun incontro accede alla seconda fase). (*) Matera qualificato alla 2da fase per aver acquisito il titolo come finalista della Coppa Italia.

Akragas, Vibonese, Catanzaro e Melfi, rispettivamente 16^, 17^, 18 e 19^ classificata nella regular season, daranno vita ai playout del girone con gare di andata e ritorno col seguente schema: Melfi vs Akragas,, andata 21-05; Catanzaro vs Vibonese, andata 21-05; le gare di ritorno si disputeranno a campi invertiti il 28 maggio. Taranto retrocesso nel Campionato Nazionale Dilettanti.  

Legenda/regolamento:
La 1^ classificata del girone accede al campionato di Serie B. Le restanti squadre, classificate dalla 2^ posizione alla 10^ (sino all’11^ nel girone C, per via della Coppa Italia che ha liberato una posizione) daranno vita ai play-off. Le 2^ classificate di ciascun girone, nonché la squadra che acquisisce il titolo previo Coppa Italia, accedono direttamente alla seconda fase del mini-torneo che metterà in palio l’ultima posizione utile per accedere nel Campionato Cadetto. Mentre, alla prima fase vi prenderanno parte 8 squadre per ciascun girone. Nella già accennata seconda fase, alle 12 squadre qualificate, 4 per girone, vi si aggiungeranno tutte le seconde classificate dei gironi, più il Matera che ha acquisito il diritto attraverso la finale di Coppa Italia. Le vincitrici degli otto incontri daranno poi vita alla final-eight con, quarti di finali, semifinali, e finale secca su campo neutro da stabilirsi. Per il discorso legato alle retrocessioni, la squadra ultima classificata nella stagione regolare retrocede direttamente nel Campionato Nazionale Dilettanti; mentre, per decretare le due successive squadre che retrocederanno in IV Serie, potrebbero entrare in gioco i play-out. L’appendice per evitare di retrocedere, però, potrebbe essere neutralizzata qualora tra le squadre interessate dovesse intercorrere un divario superiore a determinati punti con il seguente schema: la squadra penultima classificata retrocederà direttamente al Campionato Nazionale Dilettanti, qualora il distacco in classifica dalla squadra quintultima risulti essere superiore a 10 punti. La squadra terzultima classificata retrocederà direttamente al Campionato Nazionale Dilettanti, qualora il distacco in classifica dalla squadra quartultima risulti essere superiore a 5 punti.
La griglia della quattro squadre verrebbe individuata coinvolgendo la 16^, 17^, 18^ e 19^ squadra classificata nella stagione regolare con in seguenti accoppiamenti: 16^ vs. 19^; 17^ vs. 18^, con gare di andata e ritorno e con la prima da disputarsi sul terreno della formazione con peggior classifica. In caso di pareggio assoluto nel computo dei due match, al termine della gara permarrebbe in Lega Pro/Serie C la squadra meglio classificata nella stagione regolare. Le due squadre che perdono il confronto verranno retrocesse nel Campionato Nazionale Dilettanti.

 

Speciale marcatori

Con 21 reti Mazzeo (FOG); 17 reti Caturano (LEC) e Negro (MAT); 15 reti Ripa (JST); 14 reti Catania (SIR) e Coralli (REG); 13 reti Montini (MON); 12 reti Albadoro (UNI), Foggia (MEL) e Statella (COS); 11 reti, Baclet (COS), Reginaldo (PAG) e Nzola (VFR); 10 reti Torromino (LEC). Altri marcatori/MONOPOLI: con 7 reti Gatto; con 6 reti Genchi; con 4 reti Mavretic; con 3 Esposito, con Pinto; con 1 Nadarevic, Franco, Ricucci, Vuthaj, D’Auria*, De Vito*, Mouzakitis*.(Con l’asterisco i giocatori che hanno cambiato squadra durante la sessione invernale di calciomercato).

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb