LEGA PRO: LE CURIOSITA’ E I NUMERI DELLA GIORNATA CALCISTICA

Sport -

di Filippo Rattile

Alla fine risulteranno soprattutto gli stimoli quelli capaci di dettare legge e a determinare quasi sempre il risultato. Ed infatti, c’è chi ha quasi mollato per via di una classifica anonima, c’è chi, invece, ci sta mettendo cattiveria e determinazione per centrare gli obiettivi. Il Foggia supera la Reggina è ipoteca la promozione in B. Ci ha pensato Loiacono con una sua stoccata a far esplodere la festa anticipata allo Zaccheria. Il Lecce, con il pari ottenuto a Matera, rallenta rassegnandosi ai play-off; appendice ampiamente meritata dalla stessa formazione allenata da Auteri. Alle spalle delle primissime della classe, Juve Stabia e Francavilla s’annullano impattando al ‘Giovanni Paolo II’ (vantaggio degli imperiali ad opera di Nzola, pareggio stabiese con la firma di Ripa). Il Siracusa perde al ‘Ceravolo’ con il Catanzaro; mentre il Cosenza, espugna il terreno di gioco catanese e aggancia in classifica al sesto posto la Virtus di mister Calabro. L’Akragas batte di misura la Casertana con l’acuto di Klaric nella ripresa è si mantiene in linea di galleggiamento nella zona ante-playout. Sette reti, emozioni a go-go al ‘San Filippo/F. Scoglio di Messina. Il Melfi espugna il terreno siciliano e riaggancia il treno degli spareggi salvezza. La squadra di mister Lucarelli, in vista della penalizzazione, rischia di essere risucchiata nella bagarre. Il derby fra Taranto e Monopoli viene risolto da un gran gol dell’ex Genchi al 91’. Ionici vicinissimi al baratro; biancoverdi a un passo dalla salvezza  ..ma ci sarà ancora da sudare. La Fidelis Andria conosce il quinto scivolone interno. Stavolta è il Fondi ad espugnare il Degli Ulivi, mettendo al sicuro la permanenza. Federiciani in caduta libera, ma con un calendario tutto sommato benevolo. Paganese e Vibonese giocano a non farsi danni spartendosi un punto a testa: di Sowe il provvisorio vantaggio dei calabresi, su rigore quasi allo scadere il pareggio di Cicerelli.

   

CHI SU

A riprova del buon lavoro sin qui svolto da Aimo Diana in un ristretto lasso di tempo, il Melfi espugna il terreno messinese e prova almeno a giocarsela ai play-out. Dopo un digiuno durato 119 giorni (andrebbe, però, considerata la lunga pausa natalizia) torna alla vittoria il Monopoli. I biancoverdi, corsari nel derby dello Iacovone, ora sanno per certo come poter provare a vincere almeno due dei prossimi tre match per evitare i play-out. Il Foggia di Giovanni Stroppa, è ormai virtualmente in Serie B. Ancora un passetto e i satanelli potranno tornare a respirare l’aria della Cadetteria dopo 19 lunghi anni. Si toglie dal’impasse l’Unicusano Fondi che, espugnando il ‘Degli Ulivi’ raggiunge la matematica permanenza in Lega Pro.

…E CHI GIU’

Non c’è pace per il club della città dei Due Mari. Il Taranto non si è fatto mancare davvero nulla in questa tribolata stagioneContestazioni a giocatori e soprattutto a dirigenza, non sono il viatico ideale per uscirne indenni da questo brutto momentoIntanto (almeno) ci sono da riagganciare i play-outNon fosse per una calendario tutto sommato ormai da considerare soft, la Fidelis Andria poteva seriamente essere risucchiata nella bagarre della zona play-outI federiciani collezionano il loro quinto stop interno, a riprova di una stagione particolarmente altalenante. Anche il Catania, seppur con una pesante penalizzazione iniziale, può essere paragonato ai biancazzurri pugliesi, per aver subito alcune impreviste sconfitte sul terreno di gioco amico.

 

Riepilogo risultati

Akragas-Casertana 1-0, Catania-Cosenza 0-2, Catanzaro-Siracusa 1-0, Fidelis Andria-Unicusano Fondi 0-1, Matera-Lecce 1-1, Messina-Melfi 3-4, Foggia-Reggina 1-0, Paganese-Vibonese 1-1, Taranto-Monopoli 0-1, Virtus Francavilla-Juve Stabia 1-1.

 

La classifica

FOGGIA 80; LECCE 72; MATERA 61; JUVE STABIA 55; SIRACUSA 54; VIRTUS FRANCAVILLA e COSENZA 51; PAGANESE 46*; CASERTANA e UNICUSANO FONDI 45; CATANIA e FIDELIS ANDRIA 43; MESSINA 39; AKRAGAS e REGGINA 38; MONOPOLI 37; CATANZARO 35; VIBONESE 32; MELFI 31; TARANTO 30*.

Penalizzazioni: -7 punti Catania; -2 Casertana; -1 Melfi, Paganese e Unicusano Fondi. 

(*) Taranto e Paganese figurano con una partita in meno. La gara verrà recuperata mercoledì 19 aprile.

 

La prossima (domenica 23 aprile)

Casertana–Matera,  Cosenza–Akragas,  Unicusano Fondi–Foggia, Juve Stabia-Fidelis Andria, Lecce–Messina,
Melfi–Taranto, Monopoli–Catania, Reggina-Virtus Francavilla, Siracusa–Paganese, Vibonese–Catanzaro (con inizio e svolgimento in contemporanea su tutti in campi alle ore 15:00)

Speciale marcatori

Con 18 reti Mazzeo (FOG); 17 reti Caturano (LEC); 16 reti Negro (MAT); 13 reti Ripa (JST);12 reti Catania (SIR) e Montini (MON); 11 reti Baclet (COS), Coralli (REG), Foggia (MEL) e Statella (COS); 10 reti Albadoro (UNI), Nzola (VFR), Reginaldo (PAG)  Torromino (LEC); 9 reti De Vena (MEL) e Giovinco (CTZ).

Altri marcatori del MONOPOLI: con 7 reti Gatto; con 5 reti Genchi; con 4 reti Mavretic; con Esposito e Pinto; con 1Nadarevic, Franco, Vuthaj, D’Auria*, De Vito*, Mouzakitis*. (Con l’asterisco i giocatori che hanno cambiato squadra durante la sessione invernale di calciomercato).

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb