MATERA-MONOPOLI: LE PAGELLE DEI PROTAGONISTI

Sport -

di Filippo Rattile

Primo tempo un po’ più di marca lucana. Nella ripresa, il cambio di marcia degli adriatici ha rimesso le cose al loro posto. Non sufficientemente cinici, sia gli uomini di Zanin che quelli di Auteri. Il pareggio può avere un peso specifico ben più notevole per le sorti della stagione.

I biancoverdi ottengono un pareggio dal sapore della permanenza diretta. Infatti, con l’Akragas già matematicamente condannata alla disputa dei prossimi play-out, le motivazioni del Gabbiano potrebbero fare la differenza nell’ultimo match che si terrà domenica prossima sul terreno del V.S. Veneziani. Al Matera va il merito di aver provando ugualmente a fare risultato, malgrado le tossine nelle gambe per la finale di coppa sfortunatamente perse nella laguna veneta e, malgrado sia già promosso alla seconda fase dei play-off.

 

MONOPOLI:

Furlan 6 Non particolarmente impegnato. Graziato due volte dai pali sul penalty e, poco colpevole sul vantaggio ad opera di Armellino.

Carissoni 5.5 Un po’ in fase calante per condizione dopo un periodo discreto.(59’ Sounas 6.5 Capace a far scoccare di più e meglio la scintilla. La gara la cambia anche e soprattutto lui. Non avevamo visto male nella vigilia quando insistevamo perché partisse titolare).

Esposito 6 Non era iniziata al meglio la gara. Ma, il capitano ha avuto il merito di non perdere il feeling con la realtà, trasmettendo al resto del gruppo quell’arrabbiatura capace di far cambiare pelle ai suoi.

Bacchetti 6.5 Il reparto difensivo è ritornato quello della prima parte di campionato, inutile ripeterci. Benediciamo il suo rientro in tempo utile, visto che i punti pesanti sono giunti un po’ tutti dal suo nuovo rientro in squadra. Tanto mestiere, nonostante sia ancora piuttosto giovane.

Mercadante 6 Dagli spalti si ricordano del suo passato con la casacca lucana e non gli riservano quel grande benvenuto (soliti innocui sfottò; vedesi anche per l’altro ex Genchi). Ma Mario riga dritto. Tanto agonismo; anche se si sgancia poco in propensione.

Ricucci 6 Un tempo intero da centrocampista tutta sostanza. Nella ripresa passa a terzino dopo l’uscita di Carissoni, e con l’innesto di Sounas sulla mediana.

Nicolini 6 Diligente e preciso. Non una prestazione monster, ma ugualmente sul pezzo per tutto l’arco dell’incontro.

Pinto 6 Non era annunciato al top della condizione fisica, questo per via di un affaticamento accusato qualche giorno fa. La sua parte la fa ugualmente, senza però impressionare più di tanto.

Genchi 5 Non particolarmente ispirato per l’occasione. Sbaglia goffamente sulla propria mediana e in una ripartenza, porgendo sul piatto d’argento ai materani la palla del vantaggio (65’ Vuthaj 5.5 Sbaglia un controllo quasi a porta sguarnita. Poi, prova a rimediare con una maggiore lucidità e con meno precipitazione).

Mavretic 5.5 Si muove dando l’impressione di avere in canna colpi a sensazione; solo impressione, però. Niente di trascendentale; non riuscendo ad innescare quel cambio di marcia anche a beneficio dei suoi compagni (72’ Gatto 6 Abile a mettere più apprensione alle retrovie dei padroni di casa. Non fa giocate strepitose, ma è utile a far salire tutta la squadra).

Montini 6.5 Le prove generali del gran gol le aveva fatte diversi minuti prima; ma l’acuto che può valere un’intera stagione arriva a sei minuti dal novantesimo con un delizioso pallonetto di destro su assist di Sounas.

Mister Zanin 6.5 Se l’avvio e l’approccio iniziale alla partita appare alquanto soporifero, le colpe sono di chi sta calcando il terreno di gioco. Cambi alquanto azzeccati, quando, con l’innesto di Sounas (menomale) e l’arretramento di Ricucci per un quasi abulico Carissoni rimetteva le cose al loro posto. Validi anche i due successivi cambi. Con un’Akragas già condannato matematicamente alla disputa dei play-out, domenica basterebbe anche un solo punto. Però, meglio non abbassare la guardia.

 

MATERA: D’Egidio 6; Mattera 6, De Franco 6, Ingrosso 6; Di Lorenzo 6, Armellino 6.5, De Rose 6 (71’ Sartore sv), Casoli 6; Strambelli 6 (83’ Iannini ng), Negro 5 (71’ Salandria sv), Carretta 5.5. Mister Auteri 6 Avrebbe, a nostro parere, dovuto provare un turnover un po’ più congruo. Infatti, nella ripresa i suoi sono apparsi vistosamente in fase calante, tanto da rischiare di perdere nelle ultimissime battute. Se la giocheranno da protagonisti a partire dalla seconda fase dei play-off. Nelle lo corde il poter arrivare fino in fondo. (Foto: Latorre/Monopolicalcio)

 

 

 
 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb