"MODELLO RIACE", PD MONOPOLITANO A CONFRONTO

Politica -

Riceviamo e pubblichiamo:

Il 25 febbraio nel salone della chiesa di Sant’Anna si è tenuto un incontro organizzato dai Giovani Democratici di Monopoli su “Modello Riace: idee a confronto”, sul quale hanno dibattuto il sindaco della Città di Monopoli Angelo Annese e il sindaco della Città di Fasano Francesco Zaccaria, con la mediazione del segretario Gd Carlo Moretti.  Prima dell’inizio del dibattito Silvia Muolo, neo vice-segretaria del circolo Pd di Monopoli, ha portato i saluti del segretario dott. Comes e del partito, evidenziando l’importanza di questi eventi di crescita, soprattutto per i giovani.

Un tema complicato e ostico in un periodo storico che vede l’Italia e l’Europa in difficoltà per i frequenti flussi migratori. Il mediatore per prima cosa ha chiesto ai relatori un giudizio personale sul Modello Riace e sulla persona di Mimmo Lucano, sindaco della città calabra, adesso sotto processo per affidamento della gestione dei rifiuti senza gara d’appalto e per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, evento che pochi mesi fa ha acceso il dibattito politico nazionale. Annese e Zaccaria hanno affermato che certamente Riace può e deve essere esempio per l’Italia e per il mondo in  materia di integrazione, ma senza dubbio il contesto culturale e sociale ridotto del paese della Locride non può essere paragonato e riportabile a città come Monopoli e Fasano.

In seguito i due primi cittadini hanno dovuto riflettere sulla loro esperienza in materia di immigrazione: Zaccaria ha raccontato un momento delicato per la sua amministrazione quando nel 2017 la Prefettura ha imposto l’apertura di un Cas (Centro di Accoglienza Straordinaria), che tuttora accoglie immigrati nella località fasanese di Laureto sottolineando il passaggio dalle difficoltà iniziali alla devastante solidarietà degli abitanti locali, testimonianza della bellezza dell’integrazione; Annese invece ha parlato del momento in cui, durante l’amministrazione Romani, c’è stata la possibilità dell’apertura di un Cas a Sicarico su disposizione della Prefettura, ipotesi poi sventata.

Il dialogo tra i relatori poi è proseguito con un’analisi del Decreto Sicurezza, detto anche Decreto Salvini, approvato nel novembre del 2018  dal governo Lega – Cinque stelle che ha causato la protesta dei sindaci di Palermo e Napoli, che hanno deciso di non mettere in atto il decreto, richiamando i principi della Costituzione; i due sindaci presenti sono stati d’accordo sul rispetto della legge e delle istituzioni in qualsiasi frangente, per la solidità della democrazia parlamentare. Durante il confronto si è avuto modo di analizzare il problema immigrazione nella sua interezza, con la consapevolezza da entrambi le parti della necessità di collaborazione tra gli Stati membri dell’Unione Europea.

Nella seconda fase c’è stato un ampio spazio per le domande dal pubblico, che non sono tardate ad arrivare. Le riflessioni sono giunte numerose principalmente dal gruppo dei Giovani Democratici, interessati e appassionati al tema, ma soprattutto desiderosi di ricevere risposte confortanti dai due relatori.

Un pomeriggio atipico per i giovani monopolitani, che ha riportato alla luce la bellezza del confronto democratico, maggiormente con le nuove generazioni, protagoniste del nostro futuro.

 

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb