MONOPOLI, I COMMERCIANTI CHIEDONO UN TAVOLO DI CONFRONTO

Cronaca -

Riceviamo e pubblichiamo:

ASCOM-ConfCommercio Monopoli, in collaborazione con CNA, ConfArtigianato, ConfEsercenti e FIVA- ConfCommercio, considerando i pesanti, complessi e devastanti effetti socio-economici determinati dalla storica pandemia da Sars-Covid 19 che sta mettendo in seria discussione la stessa possibilità di sopravvivenza di un numero elevatissimo di attività commerciali e turistiche con la inevitabile conseguenza di erodere, quasi certamente in maniera strutturale, tutto un complesso tessuto socio-economico che su tali attività trova buona parte della sua stessa possibilità di esistenza, con ripercussioni che sarebbero disastrose nel caso di un suo serio e definitivo depauperamento 

RICHIEDE 

1. La convocazione di un “tavolo tecnico di confronto” tra le Istituzioni Pubbliche e le scriventi associazioni di categoria allo scopo di trovare efficaci soluzioni che consentano la riapertura nell’ambito del tradizionale mercato settimanale del martedì, e in tempi più rapidi di quanto si profila secondo la normativa nazionale, delle attività di commercio ambulante che offrono in vendita diversi tipi di articoli: abbigliamento, calzature, prodotti per la casa, oggettistica, etc...., allineandosi a quanto già viene consentito per i generi alimentari (frutta, verdura) e fiori. A tal proposito, le nostre associazioni richiedono un confronto franco con le Istituzioni pubbliche affinché tale riapertura avvenga nel totale rispetto della normativa nazionale mirante ad assicurare la tutela della salute pubblica, ma conciliando tutto ciò con l’esigenza di garantire a tutti gli operatori la possibilità di riprendere la propria attività quanto più tempestivamente possibile, al fine di evitare il serio rischio di una chiusura definitiva per buona parte di esse. 2. Di prendere seriamente in considerazione la possibilità di estendere l’orario di chiusura al pubblico fino alle ore 20:00 per le attività commerciali al dettaglio di vendita di generi alimentari e di prima necessità per quanto attiene gli esercizi commerciali di vicinato, mentre per i pubblici esercizi che espletano il servizio di asporto si richiede un prolungamento dell’orario di attività sino alle ore 22:00 – 22:30. 3. Di considerare l’adozione di un pacchetto di agevolazioni tributarie, in particolare prevedendo l’abbattimento della TOSAP (“Tassa occupazione suolo pubblico”) sia per i pubblici esercizi che per tutte le attività che occupano spazi all’esterno dei propri esercizi; la possibilità di sospendere il pagamento del saldo della TARI relativo all’anno 2019, ed infine, di riconsiderare i coefficienti relativi al calcolo della TARI per l’anno in corso tenuto conto che la maggior parte delle attività non produrrà rifiuti o ne produrrà in misura significativamente ridotta. 

Si ringrazia per la disponibilità e l’impegno preannunciato a sostenere le difficoltà che la categoria sta attraversando in questa straordinaria fase storica, tenendo conto anche della già precaria situazione dovuta alla pregressa congiuntura economica. 

CNA IMPRESE Monopoli Il Delegato Mauro Carrieri 

CONFARTIGIANATO IMPRESE Monopoli Il Delegato Massimiliano Amodio 

CONFESERCENTI Monopoli Il Delegato Rocco Dimeo 

FIVA-CONFCOMMERCIO Monopoli Il Delegato Onofrio Dibello 

CONFCOMMERCIO Monopoli Il Delegato Giuseppe Paragò 

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb