NAPOLITANO: SUMA DICE SOLTANTO BUGIE

"Lei ha sbagliato città in cui candidarsi sindaco"
Elezioni -

Riceviamo dall'assessore Antonio Napolitano:

Dopo aver ascoltato il primo comizio elettorale del candidato sindaco del centro sinistra Michele Suma e dopo aver preso visione del suo programma elettorale, essendo stato chiamato in causa addirittura dal palco del comizio, quasi non ci fossero altre argomentazioni oltre al turismo e ai miei rapporti con il Sindaco Romani,  ebbene ritengo indispensabile fare chiarezza su alcuni punti citati da Suma e che mi hanno visto coinvolto direttamente sia da Consigliere Comunale che da amministratore. Anche perché non c’è cosa più stomachevole di quando una persona accusa gli altri di dire bugie (bugie, bugie, bugie è l’ultimo motivetto del candidato sindaco Suma) sapendo egli stesso di mentire spudoratamente!!! E mi riferisco alla questione RADAR più volte da egli citata per la quale sta tentando di acquisirne la paternità denunciando la presenza di una sua  osservazione al pug che vincolerebbe la struttura. Dunque vorrei ricordare al professore che evidentemente in consiglio comunale scaldava soltanto la sedia che quando l’amministrazione Romani si insediò trovò l’ex cinema teatro Radar con annesso hotel Savoia tra i beni in alienazione e che parte del ricavato della vendita avrebbe coperto la spesa per uno dei lotti del rifacimento di Piazza V. Emanuele,  progetto previsto dalla vecchia amministrazione. Questo fu il bilancio di previsione predisposto dalla precedente amministrazione Leoci, di cui Suma ne era assessore, che trovammo al nostro insediamento e che solo con una serie di emendamenti in aula modificammo. Ben presto poi, il sottoscritto con l’allora Segretario Generale Dott. Porcelli e l’Assessore Pasqualone scoprimmo che l’ex cinema teatro Radar non poteva rientrare nel patrimonio disponibile perché aveva un vincolo della soprintendenza ai beni culturali e quindi era, e lo è tutt’oggi, un bene INALIENABILE. Da questo momento partì lo studio e la ricerca dei fondi, da parte del Sindaco Romani e dell’ex assessore Orciuolo per la ristrutturazione di quello che sarà il tanto acclamato teatro di Monopoli e non solo.  Questa la vera verità, il resto sono solo poesie, poesie, poesie. Nel programma del candidato sindaco Suma, nel decimo punto denominato Turisti tutto l’anno, leggo quanto segue: “ Piani, percorsi e servizi elaborati per facilitare la fruizione turistica del territorio con indicazione in cartaceo presso l’Ufficio del Turismo, in rete e tramite applicazione per smartphone …ogni  indicazione in italiano e inglese.” Tanto per rimarcare che da consigliere comunale il professore scaldava la sedia oppure era impegnato  a comprendere se i miei spostamenti in Europa e in tutta Italia fossero di lavoro o di piacere, appare evidente che non si è accorto che durante il mio mandato di assessore al turismo sono stati elaborati piani, percorsi e servizi  in cartaceo in tre lingue (italiano, inglese e francese) compresi i cenni storici della città. Il cartaceo è distribuito sia dall’ufficio del Turismo che dalla pro loco GRATUITAMENTE a chiunque lo richiede ed è stata data ampia diffusione a tutte le strutture ricettive. Inoltre le stesse indicazioni le trova anche in RETE per mezzo del portale monopoliturismo.it che nel frattempo è stato tradotto anche in inglese. Perfino la nostra sagra in mare più affascinante, la festa della Madonna della Madia, è stata riportata in duplice lingua (sette pagine a colori con tanto di foto) su di un libro che ha fatto il giro d’Europa grazie alla Regione Puglia e all’organizzazione Patroni di Puglia. E per finire, caro aspirante sindaco, se avesse avuto un po’ più d’amore per la città e meno per il cinema si sarebbe anche accorto che l’applicazione per smartphone è stata realizzata durante il mio assessorato, a costo zero per la collettività,  si chiama InTOUR  MONOPOLI, è scaricabile gratuitamente, è in duplice lingue ed attualmente è in fase di riempimento delle informazioni.  Quindi può cancellare il suo programma sul turismo ed ha dieci giorni di tempo per  inventarne un altro.  Per  concludere, a proposito delle bugie,bugie, bugie, mi faccia capire una cosa: se l’amministrazione comunale decide di partecipare ad una fiera internazionale del turismo insieme alle città turistiche più blasonate d’Italia Lei afferma che non è così che si fa propaganda per il territorio, mentre se il suo Assessore Regionale, insieme a PugliaPromozione,  spende tre milioni e mezzo di euro per la partecipazione alle fiere del turismo allora va tutto bene . Delle due l’una: o anche l’Assessorato  Regionale al Turismo, l’Agenzia Regionale PugliaPromozione e Puglia Eventi non capiscono un fico secco di turismo ed hanno tutti bisogno di Lei oppure  è Lei che ha sbagliato città in cui candidarsi sindaco. Doveva candidarsi a Montorso!

(messaggio elettorale)

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb