NUOVO PARCHEGGIO IN VIA OBERDAN

Cronaca -

Da qualche giorno il Comando di Polizia Locale e l'impresa di costruzioni interessata da una lottizzazione in via Oberdan hanno aperto alla libera fruizione della popolazione un'area di pubblico parcheggio, fuori dalla sede stradale, di circa 600 mq: l'area, segnalata dal cartello di indicazione “P” di parcheggio, ubicata tra via Cappuccini e il sottopasso di Via Cialdini, è dotata di circa 20 posti auto, a cui si somma quello riservato ai veicolo al servizio dei disabili, così come prevede la normativa specifica.

 Il parcheggio di Via Oberdan rappresenta esclusivamente una tappa dell'attività intensa di manutenzione ordinaria della segnaletica stradale che la Polizia locale sta attuando in questi ultimi tempi. È bene ricordare che la manutenzione della segnaletica stradale rappresenta un obbligo del proprietario della strada, così come detta l'art. 14 del Codice della strada, che recita: “Gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono: a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi; b) al controllo tecnico dell'efficienza delle strade e relative pertinenze; c) alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta”

 Per accrescere gli standard di sicurezza stradale, negli ultimi due mesi sono stati sostituiti o installati ex novo circa 50 segnali oltre a 8 specchi parabolici, sia nel centro abitato che nelle contrade. In via Marina del mondo sono stati sostituiti segnali di obbligo degli anni settanta, ormai completamente scoloriti e non più rifrangenti. Inoltre, va segnalata un'interessante novità, soprattutto per i cittadini del borgo antico, rappresentata dall'istituzione del divieto di fermata in Largo San Salvatore (lato mare) e dall'istituzione dell'Area Pedonale in Largo Perrini; con tali provvedimenti l'Amministrazione comunale sta continuando l'opera di recupero degli spazi pubblici all'uso dei cittadini, liberi da automobili. Limitare la circolazione dei veicoli a motore rappresenta sicuramente una politica attiva di riduzione dell'inquinamento dell'aria, soprattutto per contesto urbani densamente abitati come il nostro centro storico.

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb