OGGI E' HALLOWEEN. MA CHE VUOL DIRE?

Cronaca -

Per i bambini c'è sempre qualcosa da festeggiare. Ne è prova la voglia di farlo anche oggi, nel giorno in cui si celebra la festa di Halloween. Decine le feste a tema organizzate in città (ma anche, sic, per gli adulti) per una ricorrenza che non appartiene alla nostra tradizione culturale. 

Ma che vuol dire Halloween? Le origini risalgono ad oltre duemila anni fa, ai tempi della festa di Samhain celebrata dai celti nell'antica Gran Bretagna e Irlanda. Il primo novembre era considerata la fine della stagione estiva, il tempo del ritorno delle greggi dai pascoli e il rinnovo delle coltivazioni.

Era anche considerato il tempo in cui le anime dei morti tornavano a far visita le proprie case e le proprie famiglie. E i celti per l'occasione andavano in giro casa per casa a chiedere piccoli doni in forma di cibo e dolciumi per onorare i morti. Col tempo la tradizione crebbe e crebbe anche la superstizione che l'accompagnava: la popolazione iniziò ad accendere fuochi sulle colline e appendere lanterne ricavate da rape (in Usa iniziarono a usare le zucche perché facilmente reperibili) che venivano scavate in modo da rappresentare il volto dei demoni che dovevano essere scacciati. In quello stesso periodo nacque la tradizione del travestimento.

Nel settimo secolo d.C., papa Bonifacio IV stabilì invece il giorno di Tutti i Santi. Celebrato originariamente il 13 maggio, venne gradualmente spostato al primo novembre. La società pagana si era fatta ormai cristiana. E dunque la vecchia festa di Samhain, una celebrazione pagana, venne trasformata nell`occasione per celebrare le vite dei santi cristiani.
Continuò anche la tradizione di accendere lampade e fuochi.

La festa di Halloween così come la conosciamo oggi risale al tempo in cui il giorno prima del Tutti i Santi venne celebrato come una "eva santa", o "Holy eve" - da qui Halloween in inglese.

Il giorno dei santi era ancora celebrato, ma la gente iniziò ad addobbare le proprie case già la notte prima. In America la tradizione iniziò a prendere piede verso la metà del 1800, quando un grande numero di immigrati arrivò dall`Europa, inclusi milioni di persone dall' Irlanda impoverita. Questi immigrati ricostruirono i loro costumi di Halloween a New York, a Boston, a Philadelphia e la popolazione locale accettò di buon grado le nuove usanze. Per la metà del Ventesimo secolo la tradizione era ormai diffusa in quasi tutto il mondo anglosassone su entrambi i lati dell`oceano.

E così Halloween viene oggi celebrata il 31 ottobre ed è vista un po' ovunque una festa laica, negli Stati Uniti e nei Paesi europei dove si è diffusa. Il consumismo, che ha trasformato la celebrazione in un mastodontico fenomeno così come per S.Valentino e Natale - è venuto dopo.

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb