PARCO BELVEDERE. IL COMITATO AL SINDACO: FERMATE I LAVORI

Cronaca -

Il Comitato per il Parco Lama Belvedere, a seguito della mancanza di ogni tipo di riscontro alla richiesta di sospensione dei lavori nell'area naturalistica del parco ("Come elefanti in una cristalleria" - 22 febbraio 2019) invia il suo appello al Sindaco di denuncia del peggioramento della situazione. La pubblichiamo:

 

Sindaco Angelo Annese, vogliamo continuare a credere che la molteplicità degli impegni legati allo svolgimento del mandato, ti impediscano di prestare la giusta attenzione a quanto sta avvenendo in Parco Lama Belvedere.

Siamo costretti a elencare, nuovamente e pubblicamente, i motivi per cui pesanti responsabilità graveranno sulle tue spalle, di fronte alla città e alla storia, se non intervieni immediatamente a porre fine allo scempio che si sta perpetrando nel parco, a causa di opere che negli ultimi anni, prima come Assessore poi come Sindaco, hai promosso e portato avanti.

Circa tre anni fa, in fase di una nuova redazione del progetto esecutivo sul tratto naturalistico del parco, che era divenuto oggetto di un nuovo e più cospicuo finanziamento, il Comitato aveva già denunciato alcuni importanti problemi di carattere funzionale e progettuale.

L’anno scorso, appena insediato come Sindaco, ti abbiamo sottolineato alcune criticità progettuali e ti abbiamo avanzato motivate proposte alternative. La tua risposta è stata: “Il professionista incaricato non vuole modificare il suo progetto”.

Nonostante la risposta pilatesca e irrispettosa, e malgrado la tua determinazione a proseguire sulla medesima strada, senza ascolto né confronto, abbiamo provato a conservare un costruttivo rapporto di fiducia.

Con questa esplicita motivazione, in ottobre abbiamo organizzato un incontro pubblico sulle criticità rilevate nel progetto del gruppo dell’arch. Stefano Serpenti, con suggerimenti pratici e nuove richieste di una fattiva interlocuzione. A novembre, all’interno del parco, abbiamo coadiuvato l’iniziativa dell’Azienda Galbani consentendo che una sua zona si arricchisse di alcune attrezzature ludiche. Contemporaneamente, abbiamo promosso insieme la raccolta firme per l’inserimento della Lama Belvedere tra i “Luoghi del cuore” del FAI (Fondo Ambiente Italiano).

Lo scorso marzo, abbiamo saputo che grazie alle quasi cinquemila firme raccolte, abbiamo conquistato il diritto di partecipare a un bando per un finanziamento FAI di circa 10mila euro. Il bando si è aperto a inizio aprile e si chiuderà a metà giugno. Certamente, una grande occasione da cogliere.

A distanza di sei mesi, però, a fronte dei ripetuti appelli sia privati -diretti e personali- sia pubblici - su stampa e televisione- non abbiamo ricevuto alcuna risposta né alcun coinvolgimento. Nel frattempo, i lavori in via di svolgimento in un’area ad alta valenza naturalistica, prospicente il ponte di via Verdi, certamente la più preziosa dei dodici ettari di superficie di cui è composto il parco, l’hanno pesantemente compromesso.

Amareggiati da tanta insolente sordità istituzionale e feriti dall’insensibilità con cui si sta oltraggiando un luogo meraviglioso, siamo perfino giunti a provare scrupolo per aver promosso vent’anni fa, supportando Amministrazioni di ogni colore politico, un processo di “riqualificazione”, che negli ultimi anni si sta rivelando letale per questo spicchio di natura nel cuore della città, giunto integro fino a noi.

Sindaco Angelo Annese, vorremmo continuare a credere che presto riuscirai a trovare il tempo per dare al parco l'attenzione che merita nell'interesse di tutti i cittadini di Monopoli, ma temiamo che i tempi della fiducia e dell'attesa siano ormai finiti!

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb