RIFIUTI, INADEMPIENZE E UNA MONOPOLI SEMPRE PIU' SPORCA

Cronaca -

Riceviamo e pubblichiamo da Sonia Giulia Cazzorla - Consigliere Comunale Comune di Monopoli - MoVimento 5 Stelle

Domenica 27 gennaio 2019, alcune centinaia di cittadini monopolitani hanno dato vita ad una forma di protesta contro l'aumento della TARI e sulle precarietà igienico sanitarie della città ormai invasa da immondizia di ogni genere. Ormai possiamo parlare senza timore di smentita, di una vera e propria emergenza rifiuti nella nostra città: strade sporche, vecchi bidoni stracolmi, angoli della città, sia in periferia che in centro, divenuti vere e proprie discariche, cittadini esausti, impotenti e arrabbiati perché oltre al danno c'è la beffa, infatti quest'anno è previsto un aumento della tassa sui rifiuti. Il M5S in data 22 novembre 2018 ha presentato un interpellanza al Sindaco Angelo Annese, nella quale si chiedeva un confronto costruttivo dello stesso con altri sindaci pugliesi per valutare, sulla base di una iniziativa partita dal Sindaco di Noicattaro Raimondo Innamorato, che ha incontrato il Sottosegretario al Ministero dell'ambiente Salvatore Micillo ed il referente della Commissione Parlamentare Ambiente Giovanni Vianello per discutere lo stato di precarietà nel quale versano numerosi Comuni Pugliesi, ogni approfondimento utile a suggerire un'attività legislativa risolutiva della questione ARO (legge reg 24/2012). La risposta del sindaco Angelo Annese è stata molto chiara : pur condividendo l'analisi del sindaco innamorato sulle gravi criticità di alcuni ARO pugliesi (in realtà praticamente tutti in quanto in tutta la Puglia solo 2 ARO hanno un bilancio appena sufficiente) non intende in alcun modo confrontarsi in tal senso, anzi ha comunicato che sono già in corso attività di confronto con l'AGER per la soluzione dei problemi che interessano il territorio comunale di Monopoli e più in generale il territorio dell'ARO BA/8, causate, sempre secondo il primo cittadino, anche delegato all'ecologia, solo dalla accertata e contestata violazione degli obblighi contrattuali da parte dell'impresa Ecologia Falzarano srl. Questa scandalosa risposta sembra suggerita proprio dall'AGER  che pare voler riperimetrare gli ambiti, andando a peggiorare le criticità esistenti, e dimostra come i nostri amministratori continuano a fare  finta di non capire che il problema non è solo la ditta Falzarano ma proprio il sistema ARO (ambito raccolta ottimale) , e la disomogeneità dei nostri territori. Quindi si continua a sostenere che il sistema ARO funziona e si scarica tutta la colpa di quello che sta accadendo sulle inadempienze dell'impresa.

Nel frattempo sono passati altri 2 mesi e nulla sembra essere cambiato, anzi l'eliminazione dei vecchi cassonetti in molte zone sta aumentando i disagi, e la cittadinanza, all'oscuro delle iniziative della nostra amministrazione, domenica mattina si è sentita consolare dal consigliere Lacatena, che non si capisce bene in quale veste, oltre a fare mea culpa a nome di tutta l'amministrazione presente e di quella passata,  ha rassicurato i presenti in piazza che si sta provvedendo  a istituire una figura professionale di rilievo che si occuperà del problema. Non ci resta che attendere, speriamo non per i prossimi anni, la nomina del nuovo Funzionario dai super poteri che, a detta dei nostri amministratori, con un colpo di bacchetta magica, risolverà il problema rifiuti.

Riceviamo e pubblichiamo da Sonia Giulia Cazzorla  - Consigliere Comunale Comune di Monopoli - MoVimento 5 Stelle

 

 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb