RIFIUTI, LE RISPOSTE A PASQUALONE

Cronaca -

Pubblichiamo una nota in merito alle recenti dichiarazioni in tema di rifiuti rilasciate dal segretario di "Monopoli al Centro", sottoscritto dai consiglieri e dalle listi civiche Contento per Monopoli, Insieme per Monopoli e Monopoli Civica.


 

Innanzi tutto ci fa piacere che ad un anno dalle elezioni che lo hanno visto vincere - come da lui pomposamente affermato - quale “segretario” della lista più suffragata, si ricorda che a Monopoli c’è un problema rifiuti. Meglio tardi che mai direbbe qualcuno, noi invece riteniamo che sia troppo tardi per le scuse e troppo comodo farlo ora (in piena emergenza) e senza far seguire alle scuse delle dimissioni di chi è il responsabile politico di questo fallimento. 

Oggi il segretario di Monopoli al Centro – ing. Alberto Pasqualone – parla di condivisione e chiede la “collaborazione dell’opposizione”, ma non per trovare delle possibili soluzioni al problema - visto che le scelte l’attuale maggioranza le ha già fatte (approvando il bando per l’affidamento ponte, dopo la rescissione del contratto con la Ditta FALZARANO) - bensì per cercare i presunti “responsabili” di questa situazione, a patto – però – che nessuno osi pensare che una possibile responsabilità possa ricadere su chi – come Pasqualone – ha gestito (direttamente o indirettamente) l’amministrazione di questa nostra povera Monopoli.

A sentire le sue dichiarazioni ci sarebbe una responsabilità dell’opposizione (perché non avrebbe, a suo dire, avanzato proposte); una responsabilità della Regione; del Commissario straordinario e degli altri Sindaci dell’A.R.O. (Polignano, Mola e Conversano); una responsabilità dei Dirigenti e dei funzionari comunali. 

Tutti responsabili, tranne il Sindaco attuale, il precedente, l’Assessore all’ambiente della Giunta Romani, i vari delegati; tutti tranne loro.

E le responsabilità politiche di chi ha fatto scelte sbagliate, dato indirizzi errati e non ha saputo far valere la sua posizione di capofila dell’ARO?

Nessuna responsabilità politica.

Arrogante, incapace, irresponsabile questi tre aggettivi ci vengono in mente per definire l’intervista di Pasqualone a Canale 7.

Ebbene, anzitutto vorremmo spiegare a chi in questi giorni ci ha rivolto accuse di “odio sociale e invidia” e ci ha dipinti come “irresponsabili” che la condivisione e la collaborazione andava cercata prima e non a cose fatte. Vogliamo ricordare a Lui, al suo gruppo politico, alla maggioranza e a tutta la città che in questo primo anno i consiglieri di opposizione hanno ripetutamente chiesto al Sindaco, alla Giunta e al delegato di relazionare in Consiglio Comunale sulla situazione della gestione del ciclo dei rifiuti, del contratto con la Falzarano. Ma le risposte non ci sono state, anzi, spesso, le informazioni importanti, venivano apprese dalla stampa. Addirittura – in campagna elettorale – qualcuno ha persino negato che esistesse una emergenza rifiuti a Monopoli e Romani, dichiarò, durante un comizio, che entro la fine di maggio 2018 avrebbe risolto qualsiasi criticità.

Caro segretario Pasqualone, una richiesta di “sostegno e collaborazione” presuppone, innanzitutto, “autocritica” e poi azioni concrete, che non abbiamo visto; e poi doveva essere il Sindaco a farla, proprio perché egli è stato scelto dai cittadini per rappresentare gli interessi di tutta la comunità. Una proposta come quella (furbescamente) avanzata da Pasqualone non può essere di un gruppo politico che rappresenta solo “una parte” della maggioranza con la quale non aveva neppure concordato i termini di tale “apertura”; per di più, una richiesta avanzata nel corso di una conferenza stampa di presentazione del proprio candidato alle regionali e quindi per soli scopi di propaganda elettorale.

Noi che, a differenza di chi amministra questa Città da oltre dieci anni, invece, vogliamo esclusivamente il bene della città, continueremo ad agire nel rispetto dei ruoli “istituzionali” che i monopolitani ci hanno affidato. Come abbiamo fatto sino ad oggi, continueremo ad ascoltare tutti i cittadini e rappresenteremo le loro istanze attraverso proposte di deliberazioni di iniziativa consiliare, emendamenti, interrogazioni, mozioni e ordini del giorno. La minoranza non deve avanzare proposte - soprattutto se non vi sono azioni concrete di apertura e condivisione da parte della maggioranza - bensì “controllare e vigilare” l’operato del Sindaco e della Giunta.

E stia ben certo Pasqualone, lo faremo e non per sostituirci all’Autorità Giudiziaria come minaccia lui (“… poi cercheremo i responsabili …”), lo faremo così come la legge ci indica, perché noi la legge la rispettiamo.

Concludendo, vogliamo esprimere la nostra solidarietà e vicinanza a tutti gli operatori della Falzarano e anche agli stagionali che non sono stati assunti. Non si può infatti negare che sono loro l’anello debole di tutto e che, al di là dei giochi politici di qualcuno e delle finte iniziative di volontariato (non abbiamo capito ancora quali spiagge sono state pulite), chi ci sta rimettendo maggiormente in questa situazione è l’immagine della nostra città.

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

 

 

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb