ZANIN: "CONTRO L'AKGRAGAS SARA' UNA FINALISSIMA"

Sport -

di Filippo Rattile

Caparbietà e mente lucida. Anche per i prossimi 90 conclusivi minuti della stagione regolare non resta che mantenere altissima la concentrazione. Dopo tutti questi ultimi sforzi sarebbe un delitto cadere sul più bello.

Quasi nulla è cambiato, compreso il fatto che i biancoverdi restano padroni del proprio destino. La prossima gara potrebbe regalare la permanenza in Lega Pro senza ricorrere ai rischiosi spareggi-salvezza. Per farlo sarà necessario non perdere con l’Akragas. Intanto, il tecnico nativo di Motta di Livenza prende il pareggio in rimonta sul difficile terreno del ‘XXI settembre/F. Salerno’, lo impacchetta e lo ripone nella stiva insieme al patrimonio della sua prima parte sulla panchina biancoverde, e soprattutto sulla sua gestione 2.0.  Nel dopo gara in terra lucana, mister Zanin analizza con la proverbiale lucidità la prestazione dei suoi ragazzi, non senza far trapelare una certa soddisfazione:

“Questa di Matera era una trasferta insidiosa. Abbiamo pareggiato, ma  la salvezza non è ancora stata raggiunta. Quella di domenica prossima domenica contro l'Akragas è come una finalissima; per cui non è ancora fatto nulla, non dobbiamo certo abbassare la guardia. Ho visto un buon primo tempo dei padroni di casa Oggi, ma il secondo tempo c’è stato sicuramente più Monopoli. – l’opinione sugli avversari - Il Matera è un'ottima squadra. Poteva lottare per la vittoria finale. Resta tra le favorite nei play-off. Il Matera ha un’ottima organizzazione di gioco, oltre a giocatori importanti per la categoria". Si torna a parlare sul primissimo episodio che poteva mettere la partita nervosamente in salita per il Gabbiano: “Penso che Il rigore subito dopo pochissimi minuti ha avuto un impatto sfavorevole sui ragazzi. Non siamo riusciti più a fare granché, anche se davanti qualcosa andava fatto meglio. Il Matera poi ha usufruito di un nostro regalo. Avevamo palla noi, e proprio quando stavamo ripartendo purtroppo abbiamo preso gol. Questo tipo di errori non li puoi concedere a squadre così ben organizzate” E sulla ripresa, nella cui frazione si è visto il vero Monopoli, anche perché doveva almeno provare a pareggiarla:  “Sapevamo di doverci giocare qualcosa in più nel secondo tempo. Lo abbiamo fatto e siamo stati premiati. Difficile fare risultato contro squadre di questa caratura, ma noi siamo stati generosi e caparbi, non mollando mai per un attimo". Sugli ultimi, i prossimi, 90 conclusivi minuti della stagione regolare: ora non resta che chiudere definitivamente il discorso salvezza. Dobbiamo affrontare l’Akragas come se fosse una finalissima. In vista di questo impegno dovremo soprattutto recuperare le forze, oggi abbiamo speso tanto contro il Matera, dal punto di vista fisico e anche sotto l’aspetto nervoso”. (Foto: Latorre/Monopolicacio)

Tags: 

 

Per commentare accedi con i tuoi dati, se non sei registrato puoi farlo qui.

Monopolipress.it - Testata giornalistica on line registrata al tribunale di Bari il 19-11-2012 - Nr. R.G. 2676/2012 - Num. Reg. Stampa 43
Direttore responsabile Ruggero Cristallo, Ass. culturale Talento Inedito Editore C.F. 93449380729 - Contattaci - redazione@monopolipress.it
      
Powered by ActiWeb